Class Program

Corso su III livelli

Basic

Descrizione dello strumento nelle sue parti.
Studio della tastiera e impostazione di base delle mani:
sinistra e destra e sincronizzazione di entrambe.
Esercizi per lo scioglimento delle mani, articolazioni e rilassamento.
Accordatura dello strumento.
Teoria musicale.
Solfeggio ritmico, parlato, cantato.
Solfeggio in chiave di Basso.
Studio degli Intervalli.
Circolo delle quinte.
Studio della scala maggiore naturale e minore naturale.
Armonizzazioni delle scale.
Studio delle Triadi, Quadriadi, Arpeggi e Rivolti.
Studi ritmici semplici dei diversi generi musicali.
Studio dei tempi semplici e composti, binari e ternari.
Accompagnamento, Timing, Walking Bass in 2 e 4.
Cenni di storia della musica Classica, Moderna, Extracolta.
Cenni di fisica del suono.
Ear-Training:
riconoscimento e scrittura di intervalli naturali nell’ambito di un’ottava
con divisioni ritmiche semplici; dettato melodico di soli intervalli.
Guida all’ascolto.

Intermediate

Introduzione ai vari stili musicali e relativo accompagnamento.
Il Blues e le sue evoluzioni: analisi della nascita del genere e della sua influenza armonico-stilistica sulla musica contemporanea.
Solfeggio in chiave di Basso e Violino.
Studio della scala minore armonica e melodica.
Armonizzazioni delle scale.
Studio degli Accordi.
Studio delle Cadenze.
Lezioni preliminari di Armonia Jazz mirate all’acquisizione del linguaggio e allo sviluppo delle facoltà di improvvisazione.
Improvvisazione allo strumento.
Analisi dell’armonia funzionale, accordi con estensioni fino alla tredicesima e collegamenti,
II–V–I nel modo maggiore e minore, sistema modale, scale ottofoniche, alterate, cromatiche, cromatismi ed abbellimenti.
Analisi delle sostituzioni armoniche e dell’interscambio modale.
Introduzione all’ascolto e all’analisi degli Standard Jazz, Rock, Blues, Funk, Pop.
Studio del Basso a 5 Corde (facoltativo).
Tecniche strumentali Avanzate.
Slap, Popping, Tapping.
Studi ritmici mirati della musica Jazz, Funk, Latina, Afro-Cubana, Rhythm’n’blues.
Ear-Training:
riconoscimento e scrittura di intervalli semplici ed alterati nell’ambito di due ottave con divisioni ritmiche più complesse; dettato melodico di 12 misure.
Studio e memorizzazione dei brani scelti N.10.

Advanced

Utilizzo del basso senza tasti (Fret-less – facoltativo).
Approfondimento della tecnica strumentale, scale maggiori e minori su due ottave, scale aumentate e diminuite, studio di brani del repertorio jazzistico di media difficoltà.
Lettura e analisi di assoli.
Trascrizioni di assoli.
Lettura, analisi armonica, melodica e ritmica.
Studio dei Patterns più usati dai musicisti di spicco.
Nozioni avanzate di Fraseggio.
Arpeggi Estesi, Frasi Politonali e Permutazioni Melodiche.
Tecniche di arrangiamento.
Studio degli strumenti dell’Orchestra.
Studio dei generi e compositori dalle origini ai giorni nostri, le forme, ascolto e analisi.
Ricerca e sviluppo del proprio suono.
Sviluppo della capacità di interpretazione, ponendo particolare attenzione all’accentatura, alla dinamica e all’intenzione ritmica.
Studio dell’effettistica con pedali Analogici, Digitali e Multieffetti.
Studi ritmici Avanzati:
Polimetria e Poliritmia, Clave, Metriche dispari.
Utilizzo di Software Musicali per la videoscrittura.
Tecnica in studio di registrazione (preparazione di un buon ascolto in cuffia, precisione e intensità emotiva, riascolto e valutazione del lavoro appena svolto)
Studio sulla formazione della Band, costruzione di un repertorio, suono individuale e suono di gruppo, interpretazione nei generi e stili differenti, esecuzione di brani a difficoltà crescente.
Ear-Training:
Riconoscimento e scrittura di intervalli di difficoltà avanzata ed alterati nell’ambito di due ottave con divisioni ritmiche più complesse; dettato melodico di 12 misure.
Studio e memorizzazione dei brani scelti N.20.